Trattamenti superficiali

Conduttori colorati

Colorando la superfice esterna si ottiene, senza pregiudicare la loro funzionalità, un conduttore dallo scarsissimo impatto visivo che ne permette una maggiore armonia con l’ambiente esterno e accettabilità.

Introduzione

I conduttori delle reti elettriche aeree presentano una superficie riflettente che ha un importante impatto visivo nel paesaggio circostante, particolarmente se recentemente installati, o anche dopo molti anni in ambienti di montagna a scarso inquinamento.

De Angeli Prodotti propone un trattamento superficiale dello strato esterno del conduttore che permette di mitigare questo fenomeno.

Conduttori colorati

Progettazione

De Angeli Prodotti ha ideato e sviluppato un processo Eco-friendly di colorazione dello strato esterno dei conduttori con uno strato molto sottile di vernice (15÷20 µm), perfettamente aderente e resistente nel tempo agli agenti atmosferici.

I colori maggiormente utilizzati sono il verde e il nero, ma il processo è applicabile a qualsiasi colore, a conduttori in qualsiasi formazione e diametro e l’istallazione non prevede particolari difficoltà e precauzioni.

Vantaggi

La colorazione della superficie esterna dei conduttori comporta 2 vantaggi principali:

  1. una consistente riduzione dell’impatto visivo della linea elettrica aerea, soprattutto in ambienti boschivi, parchi e aree protette, che comporta una migliore armonia con l’ambiente esterno e una maggiore accettabilità;
  2. un incremento dell’emissività superficiale (fino a 0,8) che, nel caso di conduttori HTLS (High Thermal Low Sag), aumenta la portata di corrente a parità di temperatura di esercizio.

Download

Paper Coloured Conductors vertical_align_bottomDownload PDF

Contattaci

    Ti potrebbe interessare

    • Conduttori Antifurto

      Ferroviario

      Conduttori Antifurto

      Conduttore composto principalmente in alluminio e sue leghe con al centro un sottile filo di acciaio che rende completamente inutile il furto poiché bimetallico e quindi non rifondibile.